_DSC6523.jpg

Chi siamo

Il Coro polifonico "Antiche Armonie", fondato nel 1987 da Giovanni Duci, che da allora lo dirige e ne cura la formazione, ha in repertorio composizioni a cappella e concertanti che spaziano fra il Rinascimento e il Novecento, sia sacre, sia profane.

Fra le esibizioni più significative si segnalano: il concerto a Genova con l’Orchestra Filarmonica di Chiavari (nel 2010 Requiem di Fauré, dir. Lorenzo Tazzieri), il concerto per i Pomeriggi Musicali presso il Teatro Dal Verme di Milano nel novembre 2009 con le musiche di scena dell’Arlesienne di Bizet (dir. Francesco Maria Colombo), il concerto di apertura del 5° Festival Internazionale Lirico Sinfonico Città di Voghera (2004), le rappresentazioni in forma scenica del Don Giovanni di W. A. Mozart (2005, dir. M. Beltrami, regia A. Verducci) e dell’Opera Dido and Aeneas di H. Purcell (2003), le esecuzioni in forma di concerto delle opere Trovatore (2006) e Traviata (2007 e 2008) di Giuseppe Verdi nei concerti di chiusura del Concorso Velluti a Dolo (VE), i concerti in collaborazione con l’Orchestra Gianandrea Gavazzeni con l’esecuzione in Italia e all’estero di importanti lavori quali la Messa di Gloria di Pietro Mascagni (sotto la direzione di Rodolfo Bonucci), la Paukenmesse di F. J. Haydn (dir. Roberto Tolomelli), il Requiem KV626 di W. A. Mozart (dir. Matteo Beltrami, Rodolfo Bonucci e Denis Salvini) e il Requiem di Gabriel Fauré (dir. Roberto Tolomelli); la partecipazione al 4° Festival Internazionale della Val Pusteria (2001), a varie edizioni degli Incontri Europei con la Musica di Bergamo, a tre concerti nel cartellone delle celebrazioni di Lorenzo Lotto a Bergamo, alla Rassegna corale universitaria di Bari e alla rassegna Sorrisi per un buon Natale della Città di Bordighera (IM).

Il coro ha effettuato varie tournée all’estero, riscuotendo un buon successo di critica e pubblico: in Michigan (USA, 1998), più volte nella Repubblica Ceca, e in Germania (Freiburg, Heidelberg, Ingolstadt…). Per l’estate 2010 ha in programma una tournée concertistica in Polonia. Nel gennaio 2001 ha cantato a Como, quale coro selezionato dall’USCI Lombardia per l’annuale rassegna regionale A più voci.

Numerose sono le esecuzioni di programmi di musica barocca, anche sotto la guida di direttori ospiti, quali Federico Bardazzi o Marco Berrini: in particolare si segnalano i concerti del 2007 con l’esecuzione delle Lamentazioni di Geremia di Jan Dismas Zelenka; i concerti del 2004 e 2005 con la Luterische Messe in g-Moll BWV 235 e il Sanctus D-Dur BWV 238 di Johann Sebastian Bach; i concerti del 2006 e 2007 con l’intero Weihnachtsoratorium dello stesso autore; i concerti nell’autunno 2005 e nella primavera del 2006 con le sette cantate Membra Jesu nostri di Dietrich Buxtehude; i concerti nel giugno 2006 con la prima esecuzione moderna del Vespro di S. Cecilia di Giovanni Maria Stiava; i concerti del 2008 con Gloria e Magnificat di Antonio Vivaldi. Nel 2010 si distinguono due concerti con la Johannes-Passion di Bach, uno dei quali chiudeva il cartellone delle X Giornate/Settimane Musicali Bresciane; nel 2011 è stata la volta dell'Oratorio di Pasqua del grande compositore di Lipsia, mentre del 2012 sono i concerti con la Matthaeuspassion di Bach, in collaborazione con il Conservatorio di Brescia e Darfo.

Il 27-3-12 è stato pubblicato dalla Kicco Music il Requiem di Mozart registrato dal vivo dal Coro Antiche Armonie l’11-9-10 nel duomo di Gambarare (VE), con i solisti Diana Mian, soprano, Giovanni Duci, alto, Fabrizio Mercurio, tenore, Maurizio Franceschetti, basso, con l’Orchestra Filarmonica Italiana l’11-9-10 sotto la direzione di Dario Bisso.

Nel settembre ‘98 il Coro “Antiche Armonie” ha registrato su CD (Ed. Dynamic – GE) la prima esecuzione del nostro secolo dello Stabat mater per soli, coro e orchestra di Simone Mayr. Nel novembre '95, insieme al Coro “Harmonia” di Bari, ha inciso in concerto a Vimercate(Edizioni Il Gabbiano) un inedito Dixit Dominus di Johann Christian Bach.

Il coro ha collaborato con vari gruppi vocali e strumentali (Coro Harmonia e Dodicino dell'Ateneo Barese, Coro Luca Marenzio di Darfo Boario Terme, Petite Ensemble Instrumentale di Cuneo, Orchestra da Camera degli Incontri Europei con la Musica di Bergamo, Georgische Orchester Ingolstadt, gruppo boliviano Jatun ñan, Coro e orchestra del Conservatorio di Brescia – sez. di Darfo B.T. ecc.).

Ha affidato la propria formazione vocale, oltre che al direttore Giovanni Duci, in successione, a Stephen Woodbury, Lia Serafini, Sonia Marcato, Elisabetta Andreani, Barbara Zanichelli, Alessandra Perbellini e Nicolàs Lartaun.